Wearable, il 2021 è il vostro momento

0
121
Wearable
0 Condivisioni

L’anno appena iniziato si candida a essere quello dei dispositivi indossabili. Scopriamo i wearable top 

 

Stando a quanto affermano gli analisti del settore, per il 2021 si prevede un vero e proprio decollo dei wearable, i dispositivi indossabili che, già da tempo hanno conquistato gran parte della popolazione mondiale, raggiungeranno il gradino più alto del podio in termini di vendita.

 

 

Le previsioni parlano chiaro: a fine 2021 il giro d’affari sfiorerà gli 81,5 miliardi di dollari, con un incremento del 18,1% rispetto al 2020. E per il prossimo le stime sono ancora più stupefancenti con una spesa complessiva sul mercato dei dispositivi indossabili che sfiorerà i 94 miliardi di dollari.

 

 

L’incremento nella vendita dei wearable rappresenta anche una conseguenza indiretta della pandemia che ha sostanzialmente cambiato il nostro stile di vita. Basta pensare allo smart working, all’allenamento domestico e al boom dei dispositivi per il monitoraggio della salute. “L’introduzione di parametri per l’auto-monitoraggio dei sintomi da Covid-19, insieme al crescente interesse dei consumatori verso le proprie condizioni di salute e prestazioni sportive durante i lockdown globali, hanno rappresentato una significativa opportunità di mercato per i wearables” – ha commentato Ranjit Atwal, senior research director di Gartner, multinazionale che si occupa di consulenza strategica, ricerca e analisi nel campo della tecnologia dell’informazione.

 

 

Ma quali sono i wearable più venduti sul mercato? Scopriamoli insieme! Tra loro, ovviamente, ci sono i soliti noti, come gli smartwatch, ma non sono gli unici. A far loro compagnia fanno la loro prima apparizione su larga scala anche alcuni indossabili insospettabili. Curioso di sapere di cosa stiamo parlando? Continua a leggere dopo la foto.

 

 

Wearable 2021
Wearable 2021

 

 

Smartwatch e fitness tracker

 

Se gli smatwatch nel 2019 erano indiscussa medaglia d’oro in termini di vendita con un volume di spesa pari al 18,5 miliardi e gli auricolari si attestavano su un volume di 14,5 miliardi, il 2021 ha rappresentato l’anno del grande sorpasso. I dispositivi ear-worn hanno raggiunto i 32,7 miliardi di spesa, mentre gli orologi smart si sono fermati a 21,7 miliardi. E cosa accadrà nel 2021 secondo le previsioni? Gli auricolari consolideranno il loro mercato con una quota di 39,2 miliardi e la vendita degli smartwatch subirà un incremento di 4,1 miliardi.

 

 

La vendita degli smartwatch e, più in generale, di tutto il comparto degli indossabili è incentivata anche dal progresso in ambito tecnologico: sensori interni sempre più accurati, la loro progressiva miniaturizzazione per facilitarne l’integrazione all’interno dei dispositivi, sono solo alcune delle conquiste che hanno permesso e permetteranno agli smartphone come ai fitness tracker di ampliare il loro bacino di utenza.

 

 

   MIGLIORI SMARTWATCH SU AMAZON >

 

 

Auricolari bluetooth

 

Gli auricolari bluetooth sono stati i protagonisti assoluti del 2020. Complice la pandemia con le conseguenti restrizioni a cui ci ha costretto e alla diffusione di nuovi modi di lavorare, lo smart working o di studiare, la didattica a distanza, i device ear-worn hanno registrano sorprendenti tassi di crescita.

 

 

La spesa sugli auricolari wireless è salita del 124% nel 2020, per un totale di 32,7 miliardi di dollari e Gartner prevede una spesa di 39,2 miliardi nel 2021. Perché? basti pensare al loro uso per le videochiamate, per esempio. Nel 2022, inoltre si prevede che gli auricolari wireless registreranno una spesa di oltre 44 miliardi di dollari, finendo per ricoprire quasi la metà del mercato totale.

 

 

   MIGLIORI AURICOLARI WIRELESS SU AMAZON >

 

 

New entry: gli smart patche

 

Nuova categoria alquanto imprevista che viene inserita nella classifica di Gartner e che a sorpresa raggiunge il terzo posto con una spesa che passerà dai 3,9 miliardi di dollari del 2019 a 6 miliardi nel 2021 e oltre 7 miliardi nel 2022, sono gli smart patche, i cerotti intelligenti. “Gli smart patches esistono da alcuni anni, ma l’adozione è stata lenta per via di una regulation severa e delle resistenze sia da parte dei medici che dei pazienti, soprattutto per l’automatizzazione della somministrazione dei farmaci” – ha dichiarato Atwal. “L’affermazione dell’e-health, in concomitanza con la pandemia Covid-19, trasformerà la percezione che gli utenti hanno dei dispositivi sanitari automatizzati e farà salire la domanda per gli smart patches“.

 

 

Cosa sono gli smart patche? Si tratta di sensori non invasivi utili per il monitoraggio delle salute. Aderendo perfettamente alla pelle, possono essere usati per misurare la temperatura corporea, la frequenza cardiaca, i livelli di glucosio nel sangue. Inoltre, trovano applicazione anche per la somministrazione di farmaci da remoto, basta pensare all’insulina per i pazienti diabetici.

 

 

E tu quale wearable vorresti? Scegline uno è il must have dell’anno.

 

0 Condivisioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui